Disinfestazioni

Disinfestazione Pulci

Segnali d’infestazione

Questo insetto, amante degli ambienti poco puliti, depone fino a 500 uova. Quando infesta un animale, può proliferare su di esso e infestare l’ambiente in cui vive, sia esso una cuccia esterna sia un’abitazione.
La pulce è particolarmente incline a locali quali cantine, magazzini, anfratti, scavi dove siano presenti tubazioni o sistemi di conduttura, ma ovviamente è molto facile trovarli nei giacigli dei nostri animali domestici.
Le uova si schiudono in un tempo compreso fra due giorni e due settimane. Nelle abitazioni umane infestate, le larve possono trovarsi nelle crepe dei pavimenti, sotto i bordi dei tappeti e nei letti, mentre all’aperto, la sabbia è uno degli habitat preferiti.

Esistono numerosi prodotti “fai da te” purtroppo non in grado di risolvere l’infestazione definitivamente. Adoperare un insetticida può risultare dannoso per la persona e l’ambiente circostante, oltre ad essere il più delle volte insufficiente ad eliminare il problema. Per liberarsene efficacemente e prevenirne il ritorno è necessario richiedere l’intervento di professionisti.

In Advance System ci occupiamo di disinfestazione per privati, aziende e strutture da più di un decennio, utilizziamo una varietà di prodotti specifici, sicuri e certificati, studiati appositamente per la disinfestazione professionale di qualsiasi tipologia di insetto.


Contattaci subito per eliminare definitivamente il problema, analizzeremo insieme la situazione e troveremo la soluzione più adeguata in tempi brevissimi!

Recensioni Google 5 Stelle

La specie

È un insetto parassita ematofago, ovvero che si nutre del sangue degli animali, essendo di piccole dimensioni e privo di ali, spesso viene confuso con il pidocchio.
Hanno zampe robuste, la coppia posteriore è particolarmente sviluppata e consente alla pulce salti di notevole altezza. Tale azione è data da particolari muscoli che prima flettono le zampe, poi un meccanismo di presa le mantiene flesse finché altri muscoli rilasciano la presa permettendo all’energia accumulata di estendere rapidamente le zampe consentendo il salto.
L’apparato boccale è pungente e succhiatore per estrarre il sangue dall’ospite. In genere restano sull’ospite solitamente il tempo necessario per nutrirsi, essi vivono principalmente su mammiferi, marsupiali, insettivori, chirotteri e per la rimanente su uccelli; in particolare su entità nidificanti al suolo.
Molti di essi non hanno un ospite specifico, come ad esempio la comune pulce dell’uomo (Pulex Irritans) che aggredisce anche il cane, il maiale, i polli e parecchi altri animali.

La femmina depone circa 15-20 uova al giorno, in genere subito dopo essersi nutrita e le uova vengono deposte sull’ospite.

Problematiche per l’uomo

L’importanza di questo animale non risiede nel fatto che sono ematofagi; quanto nella possibilità di trasmettere batteri, protozoi o elminti passando da un animale all’altro e da questo all’uomo. Vale la pena di ricordare che la Xenopsylla Cheopis; specie diffusa in quasi tutto il mondo prevalentemente nei paesi caldi, attacca sia il ratto che l’uomo, ed è il principale vettore della peste bubbonica. Tale malattia può essere trasmessa anche dalla comune pulce dell’uomo e dalle altre entità.